Atlantide

Parlando di Atlantide gli storici la identificano con l’isola e arcipelago Madera, Madeira in portoghese, toponimi che avrebbero il significato di legno, e attribuiti all’isola perché grazie al clima mite e leggermente umido dell’arcipelago, gli alberi crescono rigogliosi, mentre io non posso trascurare l’affinità etimologica tra i toponimi Madera e Matera.

Ma anche se l’arcipelago sarebbe stato citato da Platone e conosciuto dai fenici come la mitica Atlantide, sprofondata per volere di Poseidone ai tempi di Göbekli Tepe, IX millennio a.C., secondo gli storici, l’arcipelago sarebbe rimasto disabitato fino al 1400 d.C., ragion per cui l’esistenza di Atlantide è considerata solo una leggenda.

Resta il fatto che Madera è un arcipelago vulcanico, quindi soggetto a esplosioni e successivi sprofondamenti, quindi in funzione della sua natura i navigatori antichi, hanno considerato l’arcipelago come una manifestazione della Grande Madre Terra, indicandola appunto con il nome di Madera.

E anche Platone nel venire a conoscenza dell’esistenza di questo arcipelago di natura vulcanica, nel formulare la sua teoria sull’esistenza di Atlantide ispirato (come sostengono in molti) dalla vicenda legata all’esplosione dell’isola di Thera si sarebbe convinto che anticamente anche l’arcipelago Madera sia stato abitato.

Anche se non esistono tracce archeologiche, che possano testimoniare la presenza di antiche civiltà, l’antropizzazione antica rimane un’ipotesi che non si può scartare del tutto.

Come ho già detto i fenici conoscevano l’esistenza dell’arcipelago, in quanto essendo distante dalla costa africana solo 500 km è possibile che i navigatori vi siano stati trascinati dal vento o che abbiano notato le colonne piroclastiche sollevarsi durante qualche eruzione, da cui il mito delle Colonne D’Ercole, e probabilmente l’arcipelago non fu mai abitato proprio perché troppo lontano dalle rotte commerciali.

In ogni caso l’arcipelago era un punto di riferimento per i navigatori, i quali quando navigavano nell’Atlantico verso le Canarie, nel caso in cui le bufere spingevano le loro navi troppo al largo, potevano usare Madera come punto d’appoggio e rifornimento.

Ma è certo   che i fenici oltrepassavano le colonne d’Ercole per acquistare oro e argento dalla città stato iberica di Tartesso, la quale era molto ricca e potente, pertanto è possibile che la mitica Atlantide sia stata la stessa Tartesso.

La mitologia greca cita anche l’isola di Eritea che si estendeva fino ai confini di Tartesso, che Eracle raggiunse navigando sulla barca dorata di Helios, per rubare i buoi di Gerione, i quali erano sacri ad Apollo

A parte la considerazione che Apollo ed Helios sono due teonimi appartenenti a due culture diverse, ma che fanno riferimento alla stessa divinità solare, e che il nome dell’isola Eritea nella lingua dei celti significa “Eri Divina”, in onore di una Grande Madre pre ellenica poi declassata in età classica a ninfa delle acque.

Sull’esistenza di Eritea e che la stessa Tartesso fosse un’isola, bisogna tener presente che la costa dell’Andalusia è particolarmente ricca di paludi e che molte località costiere formano il loro toponimo usando “Isla” come prenome, quindi possiamo ipotizzare che anticamente nel golfo di Cadige fosse presente un arcipelago poi insabbiatosi.

In oltre bisogna considerare che  la cultura di Tartesso aveva una propria lingua molto antica, che tutt’ora i linguisti definiscono non indoeuropea; in realtà l’Andalusia con la sua posizione geografica, può solo appartenere al contesto migratorio degli iberi paleolitici  (i camiti della bibbia), o alla cultura della Ceramica Cardiale, come è già attestato per i vicini lusitani, con i quali sono affratellati anche etimologicamente, come dimostra la radice “lusi” presente in entrambi gli etnonimi.

In oltre il nome dell’isola Eritea ci porta al teonimo irlandese Eri che nelle lingue gaeliche significa Terra, infatti Eriu è la dea che favorì la colonizzazione dell’Irlanda da parte degli iberi, i quali in onore della dea chiamarono l’isola “Weri”, da cui il moderno Eire.

Ma come abbiamo già visto, Eri è anche il nome di una dea, che in origine era una Grande Madre, e che gli elleni hanno declassato a ninfa delle acque, pertanto è difficile stabilire se il toponimo Eritea abbia avuto origine dalla civiltà primordiale che ha abitato l’Andalusia o sia un toponimo usato dai greci.

Ma anche il toponimo Tartesso si presta a due interpretazioni diverse, infatti potrebbe essere originato da Thera oppure dal Toro cosmico amante della dea, poi ucciso, secondo la tradizione vedica da “Mitra”, il sole

La bibbia cita Tartesso con il nome di Tarsis, Strabone sosteneva che i Tartessiani o Turdetani possedevano libri e leggi che essi stessi definivano antichi di almeno 7 mila anni.

Di sicuro è possibile che gli abitanti di Tartesso pur appartenendo allo stesso ceppo genetico dei caucasici, con il loro isolamento geografico abbiano conservato lingua e tradizioni ancora più remote della cultura indoeuropea

Il toponimo Tartesso è anche un sinonimo di Tarso, antica città della Cilicia, posta ai piedi dei monti del Tauro, nei pressi della quale, il tumulo di “Yumuktepe”, è stato ritrovato un sigillo risalente al 7 mila a.C. 

Se tutto ciò combaciasse, Tartesso sarebbe stata una civiltà discendente dai popoli di Gobekli Tepe, i quali dopo aver colonizzato il Nord Africa, hanno attraversato lo stretto di Gibilterra e sono penetrati nella penisola iberica.

Rino Sommaruga

Copyright 2019 Rino Sommaruga

rinosommaruga@gmail.com Facebook Rino Sommaruga

49 risposte a “Atlantide”

  1. Amazing! Its actually amazing post, I have got much clear idea on the topic of from this piece of writing. Florenza Kendall Bor

  2. That is really interesting, You are an overly skilled blogger.

    I’ve joined your rss feed and look forward to seeking more of your fantastic post.
    Additionally, I’ve shared your website in my
    social networks

  3. Buenos consejos pero lo mio es alrevez quiero recuperar a mi marido pero me es muy dificil ya que le da todo lo mismo y es muy mujeriego tengo 2 hijos y x eso muchas veces me deje pisotear pero ya sty cansada Dareen Garry Buckden

  4. Hai tutta la mia solidarietà, ma come dice il proverbio: “Tra moglie e marito non mettere il dito”. Ti auguro un futuro più felice Ciao

  5. Awesome website Christine!!! You did an amazing job! I love the personal touch of the blog!! In the long winter months, I like to sit by the fireplace and read a book! However, this year, I will be reading nursing books! Brittne Devlin Milburn

  6. What a lovely snapshot of your life. I loved picking up the grandkids from school when we lived close by. Such great conversations. Denyse #teamIBOT Noreen Mohammed Janaye

  7. Hello! My student Alicia made your showcase #10! I would love to get her certificate. Is this the best way for me to do this? Or should I just email you? Neala Sarge Alfi

  8. Grazie per i complimenti. Ti auguro di diventare una brava infermiera. Il mondo ne ha tanto bisogno. Ciao

  9. Do you mind if I quote a few of your posts as long as I
    provide credit and sources back to your webpage? My blog is in the very
    same area of interest as yours and my users would truly benefit from some of the
    information you present here. Please let me know if this ok with you.
    Appreciate it!

  10. Every weekend i used to go to see this web
    site, because i want enjoyment, as this this website conations genuinely fastidious funny information too.

  11. I miei articoli sono utilizzabili gratuitamente da tutti, purché rispettino il mio diritto morale di autore, e non vengano utilizzati per fini pubblicitari o di lucro. Grazie e Ciao

  12. I’m curious to find out what blog platform you
    have been utilizing? I’m having some small security
    problems with my latest site and I’d like to find something more safe.

    Do you have any suggestions?

  13. Attractive section of content. I just stumbled upon your weblog and in accession capital to assert that I get actually enjoyed account your blog posts.
    Anyway I’ll be subscribing to your augment and even I achievement
    you access consistently fast.

  14. Good post however , I was wondering if you could write a litte more on this subject?

    I’d be very thankful if you could elaborate a little bit more.

    Kudos!

  15. You actually make it seem so easy with your presentation but I find this topic to be
    actually something which I think I would never understand.
    It seems too complex and very broad for me. I am looking forward for your next post, I will try to
    get the hang of it!

  16. I was recommended this blog via my cousin. I’m not
    sure whether or not this put up is written by way of him as nobody
    else recognize such distinct about my difficulty. You’re
    incredible! Thanks!

  17. I was suggested this web site by my cousin. I am not sure whether this post
    is written by him as nobody else know such detailed about my problem.
    You are incredible! Thanks!

Lascia un commento